Oltretomba: “La civetta cieca” di Sadeq Hedayat

Sono costretto a scrivere ogni cosa per assicurarmi di non star confondendo realtà e immaginazione.Devo spiegare tutto alla mia ombra proiettata sul muro. Il primo stadio è quello dell’ipnosi: parole che si ripetono cicliche, e lo stesso vale per situazioni, personaggi, oggetti, che tornano, e tornano, e tornano, ciclici, inquieti, precisi, mortiferi; e quando questi…