Post Punk e saggezza popolare: “A Hero’s death” (Fontaines D.C.)

Post Punk e saggezza popolare: “A Hero’s death” (Fontaines D.C.)

23 Settembre 2020 0 Di Gli Epicurei
“Life ain’t always empty
Don’t get stuck in the past
And don’t sacrifice your life
For your health”
“E non sacrificare la tua vita per la tua salute”.
Questo verso mi riporta a una frase che ripeteva spesso la nonna Raffaella: “vivere da malati, per morire da sani” aggiungendo inoltre: “ciò che non ammazza, ingrassa”.
La nonna era un’epicurea inconsapevole che sapeva vivere il qui e ora, convinta che per vivere una vita lunga e felice bisognasse innanzitutto fregarsene degli altri; fregarsene della politica, dei pettegolezzi, delle piccinerie, di dottori. e medicine.
Fregarsene spesso dei sentimenti altrui, fregarsene dei propri.
Un atteggiamento assolutamente punk!
Così si diventa forti, si riesce a dare il giusto valore alle cose ma soprattutto si arriva a vivere veramente il presente.
Ora sto ascoltando questa canzone, che è la canzone di oggi, anzi di domani, perché appartiene a un disco che deve ancora uscire.
Anche se è la prima volta che la ascolto è già mia, e forse è già un ricordo.
Forse perché le canzoni di oggi assomigliano tutte così maledettamente a qualcosa di già sentito?
Allora un po’ ci rimango male, la voglia di novità si esaurisce rapidamente e mi viene voglia di risentire quel polveroso CD dei Joy Division.
“Don’t get stuck in the past”.
Lo so, ma perché invece è così difficile?

(Francesca Maggi)