La risposta

La risposta

19 Maggio 2020 0 Di Gli Epicurei

Vienna, 18 maggio 1907

Aspettava quella risposta da più di tre settimane e più i giorni si sommavano più le sue speranze si affievolivano.
Finché una sera, tornando a casa trovò sull’uscio la signorina Helga, la vecchissima portinaia, che lo accolse col suo sorriso sdentato sventolando una piccola busta rettangolare.
“Signor A. eccola, eccola finalmente!”.
Corse da lei le stampo un bacio in bocca e corse su sei rampe di scale, scordandosi di saper respirare.
Posò delicatamente la busta sulla scrivania e la fissò per un po’.
Il mittente era chiaro, inequivocabile: Reale Accademia d’Arte di Vienna.
A. aveva un’idea tutta sua di pittura: razionale, luminosa, architettonica, quasi rinascimentale.
L’arte doveva regalare armonia e pace, proprio per questo aborriva l’arte contemporanea, confusionaria e degenerata.
Ci sono dei sì che hanno il potere di influire sulle nostre vite, molto più spesso sono i no che tracciano sostanziali linee di demarcazione.
Aprì la busta con mani tremanti.
Quel rifiuto cambiò drammaticamente il corso della Storia.

(Francesca Maggi)