Romanzo di Tutto: “Vita eterna” di Dara Horn

Romanzo di Tutto: “Vita eterna” di Dara Horn

28 Marzo 2020 0 Di Gli Epicurei

Ho appena finito di leggere Vita eterna di Dara Horn (Atlantide edizioni) e mi è piaciuto tantissimo: in poco più di 260 pagine questo libro contiene tutto, ed è un romanzo che parla di scelte, le scelte dalle quali non si può tornare indietro, quelle definitive, sì, perché legate da un voto fatto a Dio.

Rachel e Elazar barattano la loro possibilità di morire per salvare la vita al loro bambino, e questa scelta sarà la loro punizione: continueranno a risvegliarsi sempre vivi, nonostante passino gli anni, i decenni e i secoli.
Vita eterna è una storia d’amore: l’amore tra due amanti che continuano a cercarsi e a non poter fare a meno l’uno dell’altro per duemila anni, nonostante lo stare insieme riporti a galla quel dolore primitivo, ed è anche un romanzo storico e un romanzo di fantascienza, e un’immersione nella ritualità ebraica che si trasforma nella ritualità contemporanea.
Soprattutto, è uno di quei romanzi inclassificabili che adoro.

Tremò quando lui fece una pausa, le labbra ancora contro le sue, mentre la stringeva e tratteneva il respiro. Rimasero fermi, vivi all’interno di un vuoto. Poi scoppiarono a ridere, e risero come bambini felici intanto che si lanciavano insieme verso la piscina, ricacciati nella notte illuminata dalle stelle, ciascuno consapevole, mentre si separavano in quella città dal destino segnato, che nulla dura per sempre, e ciascuno dei due pregando che invece potesse non finire mai.

L’opera di Horn è una riflessione continua di quanto la vita abbia significato perché è una sola, irripetibile, sacra e, soprattutto, finita: ogni azione che compiamo ha valore in quel preciso momento e in quell’esatto spazio, ha valore perché il tempo che abbiamo per compiere ogni scelta è poco e insignificante, ha valore perché ci costringe ogni giorno a rischiare, a sbagliare, a prenderci le nostre responsabilità verso noi stessi.
Perché ogni scelta che facciamo, ogni persona che amiamo, odiamo, lasciamo o rincorriamo… il tempo che dedichiamo a tutto questo diventa importantissimo.

(Valentina Bertolini)